ARKIMEDEION

 L’Arkimedeion a Siracusa

Dal 2010 al 2014 Agorasophia Edutainment si è occupata con grande successo della realizzazione e gestione dell’Arkimedeion di Siracusa e della produzione di mostre a tema scientifico, sviluppando una forte competenza nella progettazione, nell’organizzazione di spazi di edutainment e nel turismo culturale. Il Museo interattivo è interamente dedicato alla figura di Archimede (Siracusa, 287 a.C. circa – Siracusa, 212 a.C.) e alle sue grandi invenzioni: le macchine. Considerato come uno dei più grandi matematici e fisici dell’antichità classica, al grande studioso dobbiamo invenzioni e macchinari che coprono un’ampia varietà di campi scientifici: la geometria, la meccanica, l’idrostatica, l’ottica e l’ingegneria.  Il suo nome e la sua vita sono legati a numerose leggende e aneddoti, di origine incerta, che si fondono con la realtà e che, anche se non comprovati da documenti attendibili, hanno contribuito a mantenere vivo l’immaginario del suo genio fino ai nostri giorni.

Celebri le esclamazioni attribuite al grande scienziato:

hèureka! 
(εὕρηκα! – ho trovato!)

Da mihi, ubi onsistam, et terra commovebo! 
(Datemi un punto d’appoggio e solleverò la terra!)

la prima esclamazione sembra che fu pronunciata da Archimede dopo aver scoperto il principio che regola la spinta idrostatica che ricevono i corpi immersi in un liquido, la seconda dopo che una sua invenzione, basata sul principio della leva, spostò con una piccola forza un peso molto grande altrimenti impossibile da muovere.

L’insieme del percorso museale edutainment interattivo prevede che il visitatore sia accompagnato e coinvolto grazie alla proposta di contenuti che vanno dal percorso informativo e didattico all’attività ludico programmata. Quindi la tipologia di animazioni e interattività dell’Arkimedeion è sicuramente omogenea quindi a “tema”, ma lontana dall’immaginario del parco-giochi – come accade in altri circuiti, come a La Villette o altri musei della scienza– perché in realtà si tratta di un tipo di museo dove l’interattività è studiata per comunicare e spiegare contenuti multimediali strettamente legati alla figura di Archimede. Ciò non toglie che il riscontro e le esigenze del pubblico non possano portare la progettazione di questo tipo di museo verso per un percorso più leggero dove i contenuti magari possano passare più in secondo piano., come nel caso della mostra “Solleva il mondo con una leva“, che è una versione più elaborata di un’altalena per bambini.

 

Musei-della-Puglia-ArkimedeionLa concertazione del team di esperti e studiosi che hanno contribuito alla costituzione del museo ha prodotto, prima di tutto, la corretta impostazione scientifica ed in seguito un modello di divulgazione sapientemente adattato alle aspettative di un pubblico di massa orientato all’edutainment. La richiesta del momento fu quella proporre un museo scientifico e  l’Arkimedeion infatti è fortemente basato su tecnologie innovative e interattive, coinvolgente e rigoroso nelle dissertazioni scientifiche, con la riproduzione in chiave moderna delle macchine di Archimede. Il progetto è stato lungo e ambizioso ma lo abbiamo puntualmente realizzato con grande soddisfazione e riscontro di pubblico.  Abbiamo avuto anche l’onore di lavorare con Jorge Wagensberg, già direttore del Museo della Scienza di Barcellona, fisico illustre e ottimo divulgatore – le cui teorie museografiche incarnavano i nostri obiettivi e la cui esperienza è stata una guida insostituibile nel concepimento del progetto sin dai suoi esordi  – e con il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche).

Attualmente l’Arkimedeion è diventato un museo itinerante, in cerca sempre di nuovi spazi espositivi e nuovo pubblico; le macchine vengono spostate di volta in volta e allestite in spazi museali in occasione di mostre tematiche.

2017-07-21T11:56:05+00:00